I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookies.
ULTIMA PUBBLICAZIONE

La perizia in tribunale

Evi Crotti, Alberto Magni, Oscar Venturini

Franco Angeli, 2011

La perizia grafotecnica

 

Esempio di testamento olografo breve scritto da persona anziana e con particolari problemi di tremolio della mano che produce un caratteristico tremore della penna e quindi anche del tratto grafico. Ingrandimento di grafia che mette in evidenza ampi tremori che invadono tutto il tracciato, sia orizzontalmente sia verticalmente.

Il falso perfetto, al pari del delitto perfetto non esiste o non dovrebbe esistere, anche se, tuttora, le firme false traggono in inganno molte persone in buona fede. Questo perché, ciò che un uomo scrive, un altro più abile e più scaltro può imitare o contraffare. Tuttavia, malgrado il continuo sviluppo dei metodi di falsificazione, che procede di pari passo con l’evolversi del progresso tecnologico e sociale, il delitto di falso non paga, anzi spesso si ritorce o si ritorcerà contro chi lo utilizza. Ciò riesce possibile perché la grafologia a tutt’oggi è di grande aiuto, fornendo i mezzi necessari per smascherare i disonesti. Infatti, le sentenze della Magistratura che si basano sugli obbiettivi giu¬dizi dei consulenti tecnici costituiscono una quotidiana e quindi costante veri¬fica della validità e dell’attendibilità della grafologia. Quando periti grafologi e talvolta contro-periti e superperiti, anche in vivace ma costruttiva dialettica tra loro, fornendo mezzi di prova convincenti e idonei a scoprire l’autore di un falso, consentono ai Giudici di emettere ineccepibili verdetti, in definitiva, non soltanto valorizzano la scientificità della grafologia, ma ne dimostrano la sua insostituibile funzione al servizio della verità, della giustizia e dell’umanità.

E’ solo con adeguati ingrandimenti che si possono notare particolarità grafiche tipo giustapposizioni o piccole correzioni del tratto. Indicazione grafica dove viene messa in evidenza la collocazione di un particolare su un ovale e che viene individuato riferendosi a un ipotetico quadrante di orologio: ore nove (9) per indicare l’apertura dell’occhiello, ore tre (3) per indicare la presenza di un accumulo d’inchiostro. Indicazione grafica dove viene messa in evidenza la collocazione di un particolare su un ovale e che viene individuato riferendosi a un ipotetico quadrante di orologio: ore nove (9) per indicare l’apertura dell’occhiello, ore tre (3) per indicare la presenza di un accumulo d’inchiostro.

К моему большому удивлению, Аврора, заперев дверь, поспешно подошла к этой конторке и, остановившись против полочек, стала внимательно разглядывать бумаги, словно стараясь найти какой-то документ.

Взрыв хохота, скорее напоминавший продолжительное ржание, возвестил, что Снежок снова стал самим собой.

Все "Луна неизменная" говорили о нем как о самом могущественном человеке в Америке, хотя и не могли толком объяснить причины его могущества.

Да ведь это и был их дом среди водной пустыни, и они не могли расстаться с ним без глубокого сожаления.

Джинни завернула по дороге к себе, захватить свою метлу.

Но одна ужасная мысль всегда останавливала его.